VELA

UGUALI NEL VENTO

Uguali nel vento: così si potrebbe riassumere l’esperienza di un’uscita in barca a vela per un atleta disabile. Questa disciplina infatti è una combinazione di capacità di adattamento, pratica costante, competitività, valido sia per atleti disabili che per atleti normodotati. Invece, per il piacere di passare una giornata in barca, basta solamente un po’ di sano spirito di avventura.

Il settore vela in PHB nasce nei primi anni del 2000, e apre una nuova dimensione sportiva, totalmente diversa dalle altre. La Polisportiva possiede un parco di 3 barche 2.4mR (imbarcazioni monoposto), ormeggiate stabilmente presso il Porto Velico di Lovere, che sono a completa disposizione dei soci PHB. La 2.4mR è una delle 3 imbarcazioni ammesse a competizioni agonistiche per disabili: ci sono infatti anche il Sonar e lo Skud 18.

Per garantire la competenza necessaria alla pratica agonistica, la PHB si affaccia alla realtà velica grazie all’importante collaborazione con l’AVAS (Associazione Velica Alto Sebino), associazione affiliata alla FIV (Federazione Italiana Vela), con il supporto di istruttori che con professionalità e serietà guidano le persone disabili nella teoria e nella pratica necessarie per guidare la barca in competizione. L’AVAS mette inoltre a disposizione dei nostri soci tutte le attrezzature per poter praticare la vela in sicurezza.

Questa collaborazione non è nata con il solo obiettivo di promuovere l’agonismo. Sono infatti parte integrante della partnership tutta una serie di iniziative collaterali e promozionali, fra cui l’organizzazione di veleggiate in barca, che permettono a chiunque, disabili e normodotati, da un lato di vivere il mondo velico in maniera puramente ludica e ricreativa, dall’altro di imparare le principale manovre da utilizzare quando ci si trova su una barca.

 

Contatta Mauro Olivieri, responsabile del settore Vela della PHB

mauro.olivieri@acquebresciane.it